Come adattare SIM a Microsim

di

Hai appena acquistato un iPhone o un iPad con supporto 3G e, con amara sorpresa, hai scoperto che la tua vecchia SIM non funziona su di esso? Ovvio, telefonini e tablet come quelli prodotti da Apple non supportano più le vecchie SIM ma solo le Microsim che hanno dimensioni ancora più ridotte rispetto alle schede standard.

A questo punto hai due opzioni a disposizione: scendere di nuovo e procurarti una Microsim oppure scoprire grazie alle indicazioni che sto per darti come adattare SIM a Microsim tagliuzzando una SIM standard. Credo di aver già capito le tue intenzioni, quindi al bando le ciance e cominciamo subito ad “operare”!

Innanzitutto accertati di avere tutto l’occorrente a portata di mano. Per completare l’operazione ti servono: la SIM da tagliare, un righello, un pennarello indelebile, un paio di forbici ben affilate e una limetta per unghie.

A questo punto, sapendo che le dimensioni delle Microsim sono pari a 12×15 mm, utilizza il righello e il pennarello indelebile per tracciare sulla SIM le linee guida lungo le quali effettuare il taglio. Se vuoi un consiglio, posiziona la SIM sul tavolo di lavoro con il chip rivolto verso di te e il “taglietto” diagonale in basso a destra. In questo modo dovrai tracciare delle linee solo sul lato destro e in basso.

Una volta tagliata la SIM, facendo molta attenzione a non intaccare minimamente il chip (altrimenti la scheda risulterà inutilizzabile!), effettua un piccolo taglio diagonale in basso a destra simile a quello che era presente sulla SIM prima del taglio. Infine, prendi la limetta per le unghie e comincia a limare i bordi della SIM, in modo da eliminare eventuali imperfezioni, e il gioco è fatto.

Adesso hai una Microsim perfettamente funzionante da inserire su iPhone, iPad e tutti gli altri dispositivi che supportano questo formato di scheda. Puoi trovare maggiori informazioni su come inserire SIM iPhone nella guida che ti ho proposto su quest’argomento un po’ di tempo fa. Inoltre, se non ti è chiaro qualche passaggio della guida, puoi anche cercare su YouTube dei video che spiegano come tagliare le SIM: ce ne sono a bizzeffe sia in inglese che in italiano.

Per facilitarti la vita e adattare SIM a Microsim in maniera più veloce puoi anche affidarti a uno schema prestampato e ritagliare la tua scheda seguendo le sue linee guida. Il modello, che è in formato PDF, lo trovi su questo sito Internet e lo puoi scaricare facilmente sul tuo PC cliccando sull’icona del floppy disk oppure facendo click destro in un punto qualsiasi della pagina e selezionando la voce Salva con nome dal menu che compare.

A download completato, provvedi a stampare lo schema su un comune foglio A4 facendo attenzione a impostare la percentuale di zoom sul 100% e a non alterare in alcun modo i parametri di stampa predefiniti: se comprometti qualcosa in questo passaggio rischi di creare un modello con le misure sbagliate, quindi del tutto inutile.

Una volta stampato lo schema per ritagliare la tua SIM, appoggia la scheda nello spazio MiniSIM (2FF) to MicroSIM (3FF) (quello che si trova in alto a sinistra) facendola combaciare perfettamente con la sagoma stampata sul foglio. Dopodiché, aiutandoti con una riga e seguendo con attenzione le linee guida dello schema, segna con un pennarello i punti in cui devi tagliare la scheda.

Bene. Adesso prendi le forbici, ritaglia la SIM in Microsim facendo attenzione a non intaccare il chip e – come visto in precedenza – perfezione il risultato finale limando i bordi della scheda con una limetta per unghie o con un po’ di carta abrasiva.

Ora inserisci la scheda che hai ottenuto nel tuo smartphone o nel tuo tablet e, se tutto è andato per il verso giusto, il dispositivo dovrebbe riconoscerla permettendoti di effettuare chiamate e navigare sulla rete 3G/LTE tramite il tuo operatore.

SIM

Se hai paura di adattare SIM a Microsim usando un semplice paio di forbici perché temi di danneggiare irrimediabilmente la tua scheda, puoi andare sul sicuro e completare il lavoro con un SIM cutter. Non ne hai mai sentito parlare?

Come lascia chiaramente intendere il loro nome, i SIM Cutter sono degli strumenti che permettono di tagliare con assoluta precisione e senza alcun rischio le SIM adattandole al formato Microsim. Li trovi facilmente su Internet (su siti famosi come Amazon) a prezzi che  variano dai 4 ai 10 euro. Per scoprirne di più e sapere come usarli, puoi rivolgerti a YouTube e cercare dei video dedicati a come tagliare le SIM con i SIM Cutter.

Detto questo, non dimenticare che ormai tutti i principali operatori telefonici nazionali permettono di effettuare la sostituzione della propria SIM con una Microsim con lo stesso numero e lo stesso credito residuo in maniera facile e veloce. Basta recarsi in un qualsiasi punto vendita del proprio operatore, compilare un modulo (fornendo documenti di riconoscimento) e nel giro di qualche minuto la Microsim viene attivata in sostituzione della vecchia SIM.

I costi dell’operazione sono variabili: alcune aziende, tramite i loro punti vendita ufficiali, consentono di cambiare la scheda a titolo gratuito. Altri invece richiedono un contributo che può arrivare fino a 10 euro indipendentemente dal tipo di abbonamento sottoscritto e dallo stato della SIM da sostituire.

Hai acquistato uno smartphone di ultima generazione che richiede una Nanosim al posto della Microsim? Nessun problema. Seguendo una tecnica di ritaglio simile a quella che abbiamo visto insieme è possibile trasformare una scheda Microsim in Nanosim in maniera abbastanza facile e veloce: trovi maggiori informazioni nel mio tutorial su come adattare Microsim a Nanosim.