Come aggiornare PC

di

Aggiornare il computer è un’operazione importantissima, vitale oserei dire. Se non aggiorni regolarmente il sistema operativo del tuo PC, sarai molto più esposto a virus ed attacchi hacker, e questo ragionamento vale anche per le applicazioni di terze parti. Ecco perché oggi ho deciso di affrontare l’argomento e di illustrarti come aggiornare PC in maniera chiara e semplice.

Che tu sia in possesso di un “classico” PC con Windows o di un Mac non importa, entrambi i sistemi sono dotati di funzioni per l’aggiornamento automatico che tengono il computer ragionevolmente al sicuro. Basta capire come usarle e cosa offrono in dettaglio. Sei pronto a scoprirlo? Anche se sei poco esperto di informatica capirai tutto, promesso!

Se vuoi scoprire come aggiornare PC ed utilizzi il sistema operativo Windows, devi affidarti a Windows Update che scarica in automatico gli aggiornamenti più importanti per il sistema operativo di casa Microsoft (compresi i Service Pack), le versioni più aggiornate di Internet Explorer e le patch correttive per Microsoft Office. Provvede inoltre a scaricare le definizioni per l’antivirus Microsoft Security Essentials (se presente sul PC) e i driver per i componenti hardware supportati.

Purtroppo non consente di aggiornare le applicazioni di terze parti, anche se per queste ultime sono disponibili soluzioni indipendenti come FileHippo Update Checker che svolgono egregiamente il proprio lavoro. Se ben ricordi, te ne ho parlato nella mia guida su come aggiornare programmi.

Tornando a Windows Update, come già accennato, il servizio funziona in maniera completamente automatica controllando, scaricando e installando per te tutti gli aggiornamenti critici di Windows (hai presente quella finestrella che compare una volta al mese e ti chiede di riavviare il PC per installare gli aggiornamenti?) ma se vuoi puoi cambiare queste impostazioni facilmente.

Come ti ho spiegato anche nel mio articolo su come bloccare aggiornamenti automatici, puoi fare in modo che il sistema non scarichi gli aggiornamenti automaticamente semplicemente cercando Windows Update nel menu Start, accedendo ad esso e selezionando l’opzione Cambia impostazione dalla barra laterale di sinistra nella finestra che si apre.

Se aggiornare PC è un gioco da ragazzi, aggiornare un Mac forse è ancora più semplice. Merito della funzione Aggiornamento software, che nei sistemi Apple ha lo stesso ruolo di Windows Update su Windows, e del Mac App Store che permette di aggiornare con un solo click anche le applicazioni di terze parti proprio come accade su iPhone ed iPad.

Anche in questo caso, il sistema operativo controlla periodicamente la presenza di aggiornamenti provvedendo a scaricarli in automatico, ma puoi cambiare l’impostazione recandoti in Preferenze di sistema e cambiando la cadenza del controllo nella sezione Aggiornamento software. Per avviare il controllo manuale degli aggiornamenti, occorre invece selezionare la voce Aggiornamento software dal menu  in alto a sinistra.

Per quanto concerne il Mac App Store, quest’ultimo è accessibile dalla barra dock di Mac OS X (è l’icona del cerchio blu con la lettera “A” all’interno) e consente di aggiornare solo le applicazioni di terze parti installati tramite l’App Store (non quelle in formato dmg scaricate in giro per il Web).

Per visualizzare l’elenco delle app aggiornabili, recati nella sua sezione Aggiornamenti del Mac App Store e scegli se installare tutti gli aggiornamenti contemporaneamente oppure eseguire l’aggiornamento singolo per i vari programmi cliccando sugli appositi pulsanti. Facile, no?