Come inquadrare un QR

di

Ormai sono dappertutto: sulle riviste, sui biglietti da visita, sulle confezioni dei prodotti e molto altro ancora. Mi riferisco ai codici QR, quegli speciali codici a barre quadrati che se scansionati con la fotocamera di un telefonino danno accesso a pagine Web, recapiti personali ed altri tipi di contenuti multimediali online. Scommetto che anche tu ne hai sentito parlare spesso, e allora mi dici come mai non hai ancora provato a “tradurne” uno con il tuo smartphone? Non sai come si fa? Allora rimediamo subito.

Segui le indicazioni su come inquadrare un QR che sto per darti e ti prometto che imparerai in men che non si dica ad usare i QR code per visualizzare link, informazioni, ecc. nascosti nelle riviste cartacee, sulle confezioni dei prodotti alimentari e sui bigliettini da visita più tecnologici. In fondo, tutto quello che devi fare è installare la app più giusta per il tuo smartphone ed immortalare il codice QR da tradurre. Vediamo subito come si fa!

Se vuoi imparare come inquadrare un QR ed utilizzi un iPhone, ti consiglio di aprire l’App Store e scaricare subito QR Reader for iPhone, una delle migliori app gratuite per i codici QR che consente non solo di scansionare i QR code esistenti ma anche di crearne di nuovi, condividerli online ed esportare le scansioni effettuate in formato CSV.

Utilizzarla è semplicissima, anche perché la fotocamera di tutti i più recenti modelli di iPhone consente un riconoscimento rapidissimo dei codici QR. Basta avviare l’applicazione, inquadrare il QR code da qualche centimetro di distanza tenendo il telefono in verticale (in modo che occupi la parte centrale dello schermo) ed attendere che avvenga la “traduzione”. Nel caso di link a contenuti online, questi si aprono con un browser interno a QRReader for iPhone senza uscire dalla app.

Se invece utilizzi uno smartphone Android, non ci sono dubbi. Se vuoi inquadrare un QR senza avere il benché minimo problema devi utilizzare l’applicazione gratuita QR Droid che consente non solo di leggere rapidamente i codici QR ma anche di crearne di nuovi (ad esempio con il proprio biglietto da visita) e di tenere una cronologia di tutti i QR code scansionati. È compatibile anche con i telefoni più economici, ma naturalmente la qualità della fotocamera è fondamentale affinché la app svolga correttamente il suo lavoro. Tanto per intenderci, uno smartphone equipaggiato con una fotocamera dotata di autofocus riesce a scansionare i QR code molto più rapidamente rispetto ad un telefono sprovvisto di tale tecnologia.

Per scansionare un codice QR con QR Droid, non devi far altro che avviare la app e seguire le indicazioni presenti su schermo (in italiano). Sarà infatti il software a guidarti alla corretta inquadratura del codice QR suggerendoti di non tenere il telefono troppo vicino alla superficie da analizzare, di tenere la mano ferma, ecc.. In sostanza, quello che devi fare è posizionare lo smartphone in verticale, posizionarti a qualche centimetro dal QR code e porre quest’ultimo al centro dell’inquadratura per qualche secondo.

Al termine della scansione, ti verrà chiesto se vuoi visualizzare direttamente il link o le informazioni rilevate, oppure se vuoi prima analizzarle. Tutto molto semplice ed intuitivo. Inoltre, recandoti nella scheda Cronologia della app avrai la possibilità di sfogliare tutti i codici scansionati con QR Droid: molto utile se hai dimenticato alcune informazioni scansionate con l’applicazione e vuoi recuperarle rapidamente.