Ripristinare computer come nuovo

di

È inutile girare intorno ai problemi, meglio farsi coraggio ed affrontarli a muso duro. Se il tuo PC continua a darti problemi, a bloccarsi e a far andare in crash qualsiasi applicazione, non aspettare che la situazione peggiori ancora per intervenire. Dedica ad esso qualche ora e provvedi a ripristinarlo, riportandolo ad una condizione di corretto funzionamento.

Sì, forse sto parlando con dei termini un po‘ troppo tecnici, ma ti assicuro che tradotto in atti pratici quello che ti sto suggerendo di fare è molto semplice. Tutto quello che devi fare è leggere la guida su come ripristinare il PC che sto per proporti e metterla in pratica usando la tecnica più adatta alla condizione del tuo computer. Coraggio, so che puoi farcela con le tue sole forze. Perciò, rimboccati le maniche e mettiti subito all’opera!

Se vuoi scoprire come ripristinare il PC e riesci ancora ad accedere regolarmente a Windows, puoi tentare la strada del ripristino di uno stato precedente del sistema che riporta Windows alle condizioni di un giorno passato mantenendo intatti tutti i dati salvati sul computer ma rimuovendo programmi e driver che avrebbero potuto causare problemi al PC.

Se utilizzi Windows 7, puoi riportare il sistema ad uno stato precedente semplicemente recandoti nel menu Start e digitando il termine ripristino nella barra di ricerca rapida. Clicca quindi sulla voce Ripristina una condizione precedente del computer che compare e, nella finestra che si apre, fai click sul pulsante Apri ripristino configurazione di sistema per avviare l’utility di ripristino del sistema.

A questo punto, puoi scegliere se ripristinare il computer usando il punto di ripristino più recente oppure se andare più indietro nel tempo e selezionare un altro punto di ripristino fra quelli disponibili. Nel primo caso, basta tenere il segno di spunta accanto alla voce Ripristino consigliato e cliccare su Avanti. Nel secondo caso invece bisogna mettere il segno di spunta accanto alla voce Scegli un punto di ripristino diverso, cliccare su Avanti e scegliere il punto di ripristino desiderato nella finestra che si apre.

L’operazione di ripristino di uno stato precedente del sistema può durare anche diversi minuti, quindi se il computer sembra essersi bloccato su una determinata schermata non ti preoccupare: sta semplicemente processando tutti i file da ripristinare per riportare lo stato di Windows alla data selezionata. Per maggiori informazioni (non solo per Windows 7 ma anche per XP), consulta il mio articolo su come tornare indietro con il PC.

Qualora non riuscissi ad accedere a Windows, o comunque avessi intenzione di passare a misure più drastiche per ripristinare il PC, puoi ricorrere alle funzionalità di ripristino del sistema incluse nel disco d’installazione di Windows.

Segui attentamente la mia guida su come ripristinare Windows 7, come ripristinare Windows Vista o come ripristinare Windows XP (a seconda del sistema operativo installato sul tuo PC) e in pochi minuti dovresti riuscire a ripristinare la tua copia di Windows senza intaccare i file salvati sul PC. Sembra un’operazione solo per esperti ma ti assicuro che è un vero gioco da ragazzi.

Infine, voglio ricordarti che nei casi più disperati, quelli in cui c’è bisogno di resettare completamente il PC senza preservare dati o programmi, puoi ricorrere ai dischi di ripristino forniti dalla casa produttrice del computer. Di solito ti viene richiesto di masterizzarli non appena accendi il computer per la prima volta. Sono molto facili da usare e svolgono il proprio lavoro in maniera completamente automatica riportando il sistema allo stato di fabbrica, in ogni caso puoi trovare qualche indicazione su come utilizzarli nel mio post su come riportare il PC allo stato originale.