Come risalire ai propri antenati

di

Dopo aver trovato un vecchissimo album di foto di famiglia in soffitta ti è venuta voglia di ripercorrere la storia dei tuoi avi e scoprire i nomi dei tuoi antenati? Con un po’ di fortuna puoi riuscirci, senza spendere un soldo e utilizzando nulla più che il tuo computer.

Segui le indicazioni che sto per darti e scoprirai come risalire ai propri antenati sfruttando la potenza del Web, o meglio i vastissimi database di alcuni servizi online in cui gli utenti immettono i dati delle proprie famiglie per creare degli “alberi genealogici pubblici” e trovare avi/parenti in tutto il mondo.

La ricerca non va sempre a buon fine. Anzi, come accennato in precedenza ci vogliono delle buone dosi di pazienza e fortuna per ottenere i risultati sperati… ma quando ci si riesce la soddisfazione è davvero impagabile. Provaci subito.

Se stai cercando una soluzione relativa a come risalire ai propri antenati online, il primo sito Internet che ti consiglio di visitare è FamilySearch. FamilySearch è un servizio online totalmente gratuito che, basandosi sugli archivi e sui contributi di milioni di persone in tutto il mondo, consente a chiunque di scoprire i propri avi cercando in un database ricco di nomi, date di nascita/morte, luoghi e perfino documenti che testimoniano le identità delle persone selezionate.

Per utilizzarlo, non devi far altro che collegarti alla sua home page e cliccare sulla voce Cerca collocata in alto. Nella pagina che si apre, compila il modulo di ricerca immettendo tutti i dati che desideri inserire per trovare i tuoi antenati (nome, cognome, nazione, ecc.) e clicca sul pulsante Cerca per visualizzare l’elenco delle persone trovate negli archivi di FamilySearch.

Per visualizzare tutti i dettagli su una persona, compresi i suoi rapporti di parentela (madre, padre, ecc.) e documenti quali certificati di nascita, non devi far altro che cliccare sul suo nome. Non c’è bisogno di alcuna registrazione, l’iscrizione al servizio va effettuata solo se si vuole contribuire al sito immettendo i propri dati e quelli dei propri parenti (genitori, nonni, bisnonni, ecc.) creando un albero genealogico online. Per saperne di più, dai un’occhiata veloce ai video di presentazione di FamilySearch.

Un altro sito che permette di risalire ai propri antenati è MyHeritage, ma è a pagamento. Per utilizzarlo, collegati alla sua pagina iniziale, compila il modulo collocato sulla destra con i tuoi dati personali e i nomi dei tuoi genitori e clicca sul pulsante Inizia ora. Non dimenticarti di accettare i termini d’uso del servizio apponendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto Termini di servizio e Informativa sulla Privacy.

Nella pagina che si apre, scegli di sottoscrivere il piano Premium di MyHeritage che dà accesso al servizio Smart Matches per trovare i propri parenti fra le persone già iscritte alla piattaforma (quello free consente solo di creare un albero genealogico composto da massimo 25o persone, senza connessioni esterne) e completa l’iscrizione seguendo le indicazioni su schermo. Il servizio costa 60 euro all’anno, pari a 5 euro al mese.

Collegandoti a questa pagina puoi trovare gratuitamente i nomi e alcune informazioni basilari sulle persone registrate nel database del sito, ma per accedere alle schede complete devi sottoscrivere comunque il piano a pagamento (o accettare una trial gratuita di 14 giorni). Infine ti segnalo che MyHeritage è disponibile anche sotto forma di applicazione per Android e iPhone.

MyHeritage

Eseguendo la ricerca dei tuoi antenati online, sei arrivato ad un punto in cui avresti bisogno di conoscere la diffusione di un determinato cognome nelle varie regioni o province d’Italia? Allora puoi rivolgerti a Cognomix, un sito Internet gratuito che permette di eseguire proprio questo tipo di ricerche.

Per conoscere il livello di diffusione di un cognome nel nostro Paese, basta digitare il cognome da “analizzare” nell’apposito campo di ricerca, selezionare Italia, Regione o Provincia dal menu a tendina adiacente (a seconda del tipo di ricerca che si vuole impostare) e cliccare sul pulsante Cerca collocato in basso. Successivamente, è possibile cliccare sulla mappa per approfondire la percentuale di diffusione di un cognome in varie regioni e province. Più facile di così?