Come sincronizzare iCloud

di

Ormai sono in pochi a non conoscere iCloud, il servizio cloud di Apple che permette di conservare online foto, documenti, ecc. in modo da sincronizzare automaticamente tutti i propri dati fra iPhone, iPad, iPod Touch, Mac e perfino PC Windows (se c’è installata l’apposita utility di sincronizzazione).

Il servizio è gratuito fino a 5GB di spazio e, come detto, funziona in maniera completamente automatica. Per consentirgli di svolgere il suo lavoro, però, è necessario configurarlo in maniera adeguata e collegarlo al proprio ID Apple. Se vuoi scoprire come si fa e come sincronizzare iCloud su tutti i tuoi dispositivi, continua pure a leggere.

Se hai seguito la mia guida su come attivare iPhone, ricorderai sicuramente che durante il processo di inizializzazione del dispositivo, viene chiesto di attivare iCloud associando il proprio ID Apple al servizio. Se hai seguito la procedura correttamente e non hai saltato quel passaggio, ora il tuo iPhone è già sincronizzato con iCloud. E stesso discorso vale per iPad ed iPod Touch, che hanno un processo di attivazione simile.

Se invece hai preferito saltare l’attivazione del servizio e vuoi sincronizzare iCloud con il tuo iDevice solo ora, nessun problema. Non devi far altro che pigiare sull’icona Impostazioni che si trova nella home screen di iOS e recarti nel menu iCloud > Account. Effettua quindi l’accesso al servizio con il tuo ID Apple e il gioco è fatto.

Puoi scegliere quali dati salvare su iCloud e quali no recandoti in Impostazioni > iCloud ed attivando o disattivando la levetta di ciascuna opzione. Puoi scegliere di sincronizzare Posta, Contatti, Calendari, Promemoria, dati di navigazione di Safari, Note, Foto, Documenti e dati di tutte le app (es. i file di testo che scrivi con Pages, i salvataggi dei giochi, le preferenze delle applicazioni, ecc.).

Ti basterà configurare in questo modo tutti i dispositivi Apple in tuo possesso e ritroverai tutti i tuoi dati sempre sincronizzati fra iPhone, iPad ed iPod Touch. Ricorda però che c’è un limite di 5GB da rispettare. Se sfori, il backup dei dati su iCloud verrà interrotto e non si ripristinerà fin quando non diminuirai la mole di dati da sincronizzare (es. cancellando video o foto) o deciderai di acquistare maggior spazio di storage pagando un canone di abbonamento annuale che parte da 16€ (per 10GB di spazio online).

Anche su PC e Mac sincronizzare iCloud è un gioco da ragazzi. Se utilizzi il sistema operativo Windows, tutto quello che devi fare è collegarti al sito Internet di Apple e cliccare sul pulsante Download per scaricare l’utility di sincronizzazione di iCloud sul tuo computer. A download completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (iCloudSetup.exe) e completa il processo d’installazione del software cliccando sempre su Successivo.

A procedura ultimata, accedi ad iCloud usando i dati di accesso del tuo ID Apple, metti il segno di spunta accanto agli elementi del PC che vuoi sincronizzare con iCloud (Posta, Calendari, Preferiti, Foto, ecc.) e clicca sul pulsante OK per salvare i cambiamenti.

Su Mac è ancora più semplice. Basta aprire le Preferenze di sistema, cliccare sull’icona di iCloud e mettere il segno di spunta sugli elementi da sincronizzare: Contatti, Streaming foto, Calendari, ecc.. Tutti i dati verranno sincronizzati automaticamente fra le app di iPhone, iPad ed iPod Touch e i programmi predefiniti di OS X, come Calendario, iPhoto, Safari, ecc.. Facile, no? E per maggiori informazioni non dimenticare di consultare la mia guida su come usare iCloud.