Come usare Siri

di

Non ci posso credere! Hai un iPhone nuovo di zecca e non hai ancora usato Siri. Che cos’è Siri? Si tratta di un formidabile assistente vocale gratuito che permette di “parlare” con il proprio iPhone (ma anche con iPad ed iPod Touch) e comandarlo usando un linguaggio naturale. Davvero non sai cosa ti stai perdendo….

Pensa, grazie ad esso è possibile conoscere al volo le previsioni del meteo, le indicazioni stradali per arrivare in un determinato luogo, gli indirizzi dei locali e dei negozi più interessanti che si trovano nei paraggi. Si possono spedire messaggi, pubblicare post su Twitter/Facebook, impostare promemoria e, credimi, l’elenco potrebbe andare avanti ancora a lungo. Quindi non perdiamo altro tempo e scopriamo subito come usare Siri sfruttando tutte le sue capacità-

Prima di vedere in dettaglio come usare Siri, devi accertarti di avere un dispositivo Apple in grado di utilizzare questo servizio. Siri è disponibile per iPhone 5, iPhone 4S, iPad di quarta/terza generazione, iPad Mini ed iPod Touch di quinta generazione. Per averlo in lingua italiana, occorre installare la versione 6 del sistema operativo iOS. A tal proposito, ti consiglio di leggere le mie guide su come installare Siri su iPhone e come aggiornare iPad per avere una panoramica completa sulle operazioni da compiere.

Una volta accertata la piena compatibilità di Siri con il tuo iPhone, iPad o iPod Touch, ti basterà una connessione Internet per utilizzare questo formidabile assistente vocale (o per meglio dire, questa formidabile assistente vocale). Vediamo dunque come “parlarci” in termini pratici. Per impostazione predefinita, Siri può essere attivato tenendo premuto il tasto Home dell’iDevice per circa tre secondi, fino a quando non compare l’icona del microfono nella parte bassa dello schermo. Tuttavia, recandosi nelle Impostazioni di iPhone ed accedendo alla scheda Generali > Siri è possibile attivare la funzione Alza per parlare che richiama Siri quando si porta l’iPhone all’orecchio (senza disattivare l’attivazione tramite tasto Home).

Come accennato in precedenza, puoi usare Siri per fare le operazioni più disparate: conoscere le previsioni meteo per il giorno dopo, visualizzare le indicazioni stradali per arrivare in un determinato luogo, postare un aggiornamento di stato su Facebook, scrivere una email o un SMS, sapere i risultati e le classifiche del campionato di calcio, lanciare applicazioni, riprodurre musica e molto, moltissimo altro ancora. Per cominciare, però, facciamo qualche esempio semplice.

Vuoi sapere se domani, uscendo di casa, devi portare l’ombrello con te visualizzando le ultime previsioni meteorologiche? Tieni premuto il tasto Home del tuo iPhone/iPad/iPod Touch per tre secondi e, quando compare l’icona del microfono sullo schermo, chiedi qualcosa come “Domani pioverà?”, “Che tempo farà domani?”, “Domani dovrò portare un ombrello con me?”, e così via. Non occorre seguire uno scherma di parole preciso o scandire in maniera particolare le parole, il bello di Siri è che si può interagire con esso usando un linguaggio naturale.

Altri esempi che ti posso fare sono quelli relativi alle indicazioni geografiche ai luoghi. Prova a chiedere a Siri “Mostrami la strada per Roma” oppure “Consigliami una pizzeria” e, sfruttando le funzioni GPS del dispositivo in tuo possesso, il servizio ti fornirà le indicazioni stradali per arrivare alla destinazione desiderata e il nome/indirizzo delle pizzerie che si trovano più vicine alla tua posizione attuale.

Altri usi tipici di Siri sono la creazione di promemoria per i propri impegni personali e l’impostazione di sveglie per non fare tardi in ufficio, a scuola o ad un appuntamento importante. Il linguaggio da usare rimane naturalissimo: se vuoi creare un promemoria devi dire “Ricordami di fare questa cosa” specificandone giorno ed ora dell’impegno (es. “Ricordami che domani alle 11 devo fare la spesa”), mentre per impostare una sveglia basta dire “Svegliami” seguito dal giorno e l’orario in cui far suonare il dispositivo (es. “Svegliami domani mattina alle 7”).

Siri velocizza anche le comunicazioni. Puoi infatti chiedere alla tua assistente vocale di scrivere un nuovo tweet (es. “Scrivi un nuovo tweet”) o un aggiornamento di stato su Facebook, inviare un SMS o un’email (es. “Invia un messaggio a Salvatore Aranzulla”) e fare una telefonata ad uno dei contatti presenti nella rubrica (es. “Chiama Mario Rossi”). Ma il bello non finisce qui! Scrivendo un messaggio o un post con Siri, non dovrai usare in alcun modo il tastierino virtuale di iOS, potrai dettare tutto a voce e l’ottimo riconoscimento vocale di Apple scriverà quello che dici.

Tutto qui? Assolutamente no. Siri è anche in grado di avviare le app installate sul dispositivo (es. “Avvia Instagram”), consigliare film da vedere al cinema, comunicare i risultati e le classifiche del campionato di calcio (es. “Nell’ultima partita, il Barcellona ha vinto?”), riprodurre musica in base a generi o artisti contenuti nella libreria musicale di iOS (es. “Riproduci musica jazz” oppure “Riproduci le canzoni di Michael Jackson”) e rispondere a domande di vario genere con battute talvolta spiazzanti (es. prova a chiedere a Siri quali sono le leggi della robotica o quante lingue parla… rimarrai di stucco!). Per il resto, chiedi Cosa puoi fare per me? e sarà lo stesso Siri ad elencarti le sue funzioni principali. Scommetto che non ne potrai più fare a meno!