Come mettere la password ad una cartella

di

Vorresti tanto avere un po’ di privacy sul tuo PC. Non è possibile che tutti gli amici, appena entrati in camera tua, sbircino fra le cartelle del computer. Bisogna mettere un freno a questa cosa!

Per tutelare la tua privacy e tenere al sicuro i tuoi documenti potresti proteggere le cartelle con una password. Anzi, meglio ancora: potresti creare un contenitore cifrato in cui custodire tutti i dati che vuoi nascondere da sguardi indiscreti.

Questo contenitore sembrerà un file qualsiasi, un documento anonimo, e solo tu – che conosci la password per aprirlo – potrai visualizzare i file presenti al suo interno. Il procedimento da seguire? Semplice, sicuro e gratuito.

Come mettere la password ad una cartella su Windows

VeraCrypt

Se utilizzi un PC Windows, ti consiglio vivamente di affidarti a VeraCrypt. Si tratta di un software per la cifratura completamente gratuito ed open source che ha raccolto il testimone di TrueCrypt, famosissimo programma multi-piattaforma il cui sviluppo è cessato nel 2014.

Per scaricare VeraCrypt sul tuo PC, collegati al suo sito Internet e clicca sul pulsante download che si trova sulla destra. Dopodiché avvia il pacchetto d’installazione denominato VeraCrypt Setup xx.exe e clicca sul pulsante .

Accetta quindi le condizioni d’uso dell’applicazione, mettendo il segno di spunta accanto alla voce I accept the license terms e porta a termine il setup cliccando in sequenza su Next (due volte consecutive), Install, OK, Finish, No.

Per creare una cartella con password, o per meglio dire un volume virtuale cifrato, con VeraCrypt non devi far altro che avviare il software e tradurre la sua interfaccia in italiano recandoti nel menu Settings > Language e selezionando l’Italiano nella finestra che si apre.

Successivamente, pigia sul bottone Crea un volume per avviare la creazione del tuo archivio cifrato in cui inserire i file da proteggere, metti il segno di spunta accanto alla voce Crea un file contenitore criptato e clicca su Avanti per passare allo step successivo.

Seleziona dunque l’opzione Volume VeraCrypt standard, vai avanti e clicca sul pulsante Seleziona file per selezionare la cartella in cui salvare il tuo archivio criptato e assegnargli un nome.

Ad operazione completata, fai click su Avanti, scegli l’algoritmo di cifratura da utilizzare per il tuo volume (lascia pure attiva l’impostazione predefinita AES/SHA–512) e vai ancora avanti. Dopodiché imposta un limite massimo di spazio per l’archivio che dovrà contenere i tuoi file (in KB, MB o GB) e vai ancora una volta avanti.

Ora devi impostare la password da utilizzare per accedere alla tua “cartella”: scegline una sicura, magari composta da più di 15 caratteri contenente numeri e caratteri speciali, e appuntala in un posto sicuro. Se la dimentichi non potrai più accedere ai tuoi preziosi dati!

Come ultimo passaggio devi scegliere quale file system utilizzare per il volume cifrato in cui andrai ad archiviare i tuoi file: se hai intenzione di proteggere video, immagini ISO o archivi molto corposi che pesano oltre 4GB scegli NTFS, altrimenti lascia l’impostazione su FAT e pigia sul bottone Formatta per ultimare la creazione del tuo archivio cifrato.

Per accedere al tuo volume “segreto” devi aprire VeraCrypt Setup, selezionare una delle lettere di unità disponibili (es. J:), cliccare sul pulsante Seleziona file che si trova in basso a destra e selezionare l’archivio cifrato che hai creato in precedenza.

Successivamente, devi premere il pulsante Monta, digitare la password per accedere al volume e cliccare sul pulsante OK. Se hai inserito la parola chiave esatta, nelle Risorse del computer comparirà l’icona dell’unità virtuale creata da VeraCrypt e potrai gestire i dati all’interno del tuo archivio criptato come se fosse una chiavetta USB o un qualsiasi hard disk esterno.

Quando hai finito di utilizzare la tua “cartella” privata, torna nella schermata principale di VeraCrypt, seleziona l’unità che hai “montato” in precedenza e clicca sul pulsante Smonta per far scomparire il volume dalle Risorse del computer.

Come mettere la password ad una cartella su Mac

Utility Disco

Il software di cui ti ho appena parlato è disponibile anche per Mac, ma in realtà potresti anche farne a meno e utilizzare l’Utility disco inclusa “di serie” in OS X per mettere la password ad una cartella: il trucchetto – se così vogliamo chiamarlo – consiste nel creare un’immagine disco cifrata e archiviare al suo interno tutti i file che si vogliono proteggere.

Avvia dunque Utility Disco dalla cartella Altro del Launchpad di OS X, clicca sul pulsante Nuova immagine che si trova in alto e imposta i menu a tendina presenti nella finestra che si apre in questo modo.

  • Dimensioni – dimensioni massime che deve raggiungere l’archivio (sceglila in base alle tue esigenze).
  • Formato Immagine – Immagine disco sparse bundle
  • Partizioni – Partizione singola – Mappa delle partizioni Apple
  • Codificazione – Codifica 128-bit AES

Adesso, immetto il nome che vuoi assegnare al tuo volume nei campi Salva col nome e Nome, scegli la cartella in cui salvarlo tramite il menu Situato in e clicca sul pulsante Crea.

Digita quindi la password da usare per cifrare l’immagine disco, rimuovi il segno di spunta dalla voce Memorizza la password nel portachiavi (per evitare che OS X memorizzi la password rendendo vano tutto il lavoro) e clicca su OK per completare l’operazione.

Una volta creata la tua immagine disco cifrata, per visualizzarne il contenuto e modificarla (cioè aggiungere altri dati al suo interno) non dovrai far altro che aprirla con un semplice doppio click e digitare la password che hai impostato prima.

Per “smontare” il volume, clicca sul simbolo Eject collocato accanto al suo nome nella barra laterale del Finder.