Come recuperare file cancellati da memory card

a cura di

Non ci posso credere, lo hai rifatto, hai eliminato nuovamente dei file che non dovevi cancellare dalla penna USB che usi per scambiarti i file con i tuoi amici. Si può essere più sbadati di così? La risposta, lo sai, è no. Ma oggi mi sento buono e voglio aiutarti a scongiurare ulteriori brutte figure presentandoti Pandora Recovery.

Si tratta di un praticissimo programma gratuito che permette di recuperare file cancellati da memory card e pen drive in maniera facile e veloce. Installalo e finalmente riuscirai a ripescare tutti i file che hai cancellato per sbaglio dai tuoi dispositivi rimovibili, siano essi documenti di Office, MP3, immagini, archivi, video o qualsiasi altra cosa.

Innanzitutto, collegati al sito Internet di Pandora Recovery e clicca sulla voce Pandora Corp Server per scaricare il programma sul tuo PC. A scaricamento ultimato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (PandoraRecovery.exe) e, nella finestra che si apre, clicca prima su OK per confermare l’utilizzo della lingua inglese (l’italiano non c’è) e poi su Next.

Accetta quindi le condizioni di utilizzo del programma, cliccando sul pulsante I Agree, e fai click prima su Next per due volte consecutive e poi su Finish per terminare il processo d’installazione ed avviare Pandora Recovery. Togli i segni di spunta dalle voci relative all’installazione della Ask Toolbar.

pandora1

Nella finestra che si apre, fai click sul pulsante Next per avviare la procedura guidata per il recupero dei file cancellati da memory card e pen drive. Metti quindi il segno di spunta accanto alla voce No, I did not find my files per saltare il controllo del cestino, clicca su Next, seleziona la lettera dell’unità da cui vuoi recuperare i file (es. F:, G:) e fai click su Next.

A questo punto, metti il segno di spunta accanto alla voce Browse e clicca sul pulsante Next per avviare la ricerca dei file cancellati sulla tua memory card o pen drive. Puoi anche ricercare uno specifico file cancellato in base al suo nome, mettendo il segno di spunta accanto alla voce Search, o avviare una scansione avanzata (e molto lenta) che permette di rintracciare più file, mettendo il segno di spunta accanto alla voce Deep Scan.

pandora2

A scansione ultimata, ti ritroverai di fronte ad un elenco con le cartelle e i file cancellati sull’unità che hai scelto per la scansione. Per recuperare un file cancellato (sono quelli con la X rossa sopra), non devi far altro che selezionarlo con il pulsante destro del mouse e selezionare la voce Recover to dal menu che compare. Nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Browse per selezionare la cartella in cui salvare il file recuperato e fai click su Recover Now per avviare la procedura di recupero.

Quando durante il processo di salvataggio compare un messaggio di errore, significa che il file è corrotto e quindi non del tutto recuperabile. Se il file che intendevi recuperare non è presente nell’elenco o risulta corrotto, prova ad avviare la scansione Deep Scan, seleziona il tipo di oggetto da cercare tramite il menu collocato a sinistra (es. immagine JPG o documento DOC) e clicca su Start Disk Surface Scan per avviare la procedura. Potrebbe risultare più efficace dell’altra.